726 visite totali,  2 visite oggi

I portavoce bresciani del M5S con una interrogazione in commissione lavoro alla Camera dei deputati, a prima firma Claudio Cominardi, chiedono al ministro interrogato di valutare con la massima attenzione la questione del rinnovo contrattuale dei bancari attraverso un’approfondita analisi e di riavvio al dialogo tra le parti coinvolte

Sono passati quindici anni dall’ultimo sciopero nazionale, i lavoratori delle Banche di Credito Cooperativo si sono fermati per protestare contro il mancato rinnovo del loro contratto di lavoro. Il 2 marzo è stata proclamata una giornata di protesta nazionale, seguita il 3 marzo da una giornata di sciopero regionale in Lombardia.

Tale era la preoccupazione dei lavoratori che ha visto un’adesione di circa il  70-90% dei lavoratori con punte del 95% in Lombardia.
Una protesta così forte causata anche dalla dichiarazione di FederCasse, l’associazione datoriale delle Banche di Credito Cooperativo, che ha nuovamente accusato i dipendenti di essere la causa della crisi delle BCC.
Secondo l’associazione presieduta dal bresciano Alessandro Azzi il costo dei dipendenti è superiore a quello dei lavoratori delle aziende di credito rappresentate dall’ABI. Un’accusa che le organizzazioni sindacali smentiscono categoricamente all’unisono.
“Uno studio di Mediobanca sui dati 2013, pubblicato il 24 gennaio scorso sul Sole24 afferma che il costo medio di un dipendente delle BCC è inferiore del 4% rispetto alla media del sistema del credito!
Sono dunque di altra natura i problemi delle BCC, probabilmente la riforma che FederCasse ed Iccrea stanno sostenendo e che porterebbe a cancellare l’esperienza delle BCC in Italia”.

Il deputato grillino Cominardi e i cofirmatari Alberti, Basilio e Sorial sottolineano inoltre che, prima di rivedere i contratti dei bancari, sarebbe auspicabile un intervento sui maxi compensi dei dirigenti delle grandi banche e sulle politiche speculative delle stesse, tutelando invece quelle banche che investono sul territorio, quindi nell’economia reale.

Download (DOC, 22KB)