382 visite totali,  1 visite oggi

Questa è la comunicazione ricevuta giorni fa dai dipendenti dell’ipc Pulex con le motivazioni del trasferimento a Padova. Trasferimento che potrebbe creare esuberi, quindi licenziamenti.

Nelle motivazioni si parla di RIDUZIONE DEI COSTI per migliorare la REDDITIVITÀ DI IMPRESA, EFFICIENTEMENTO CICLO PRODUTTIVO e della LOGISTICA.

Ieri ho studiato le carte e i numeri dell’azienda ed è emerso che:

– IL COSTO DEL LAVORO INCIDE SOLO AL 18%;
– L’ EFFICIENZA PRODUTTIVA È AL 98%;
– LO SCORSO ANNO L’IPC PULEX HA AVUTO UN UTILE DI ESERCIZIO DI BEN 963.788€;
– LE ISTITUZIONI LOCALI HANNO PROPOSTO DI SPOSTARE LO STABILIMENTO VICINO ALLA TANGENZIALE PER VENIRE INCONTRO ALLE NECESSITÀ LOGISTICHE.

È evidente che c’è qualcosa che non quadra in questa storia se nonostante i numeri sopra citati e l’opera di convincimento di tutti gli organi istituzionali coinvolti nulla è cambiato nelle intenzioni della società.

Vi prego, fate girare più che potete questo post!
Ci sono 38 famiglie che rischiano di rimanere in mezzo alla strada senza alcuna ragione!

P.s.: vi chiedo di portar loro tutta la vostra solidarietà. Li trovate al presidio a Brescia in via Maternini 89, zona Mompiano, 24 ore su 24.