386 visite totali,  1 visite oggi

Avete presente il tanto sbandierato MODELLO del mercato del lavoro tedesco? Con la storiella della flessibilità che funziona, del lavoro per tutti grazie ai mini jobs, dell’efficienza da copiare ecc.?

Ebbene abbiamo incontrato i parlamentari tedeschi, nostri corrispettivi della Commissione Lavoro di Berlino e ci hanno detto che:

  • i mini jobs sono un problema per la Germania, soprattutto per le donne perché condannano a una vecchiaia di POVERTA’.
  • i mini Jobs, nati come soluzione ponte per pensionati e studenti, hanno preso il sopravvento sui contratti ordinari devastando il mercato del lavoro e intrappolando i lavoratori a stipendi da fame di 450 euro al mese!
  • i contratti a termine che finiscono dopo due anni senza motivo sono stati una pessima esperienza per la Germania (e pensare che in Italia Poletti ha fatto di peggio, portando i contratti a termine senza causa a 3 anni!)

E dulcis in fundo, i colleghi della delegazione tedesca, preoccupati per le notizie sull’abrogazione dell’art. 18, si augurano che l’Italia mantenga la tutela sui licenziamenti! SEHR GUT

Herr Renzi il copia (dalla Germania) e incolla (in Italia) non funziona!

I PortaVoce della Commissione Lavoro a Roma
Segui Tiziana Ciprini, Eleonora Bechis, Davide Tripiedi e Claudio Cominardi su Facebook.