551 visite totali,  2 visite oggi

Da una parte, l’aggressività della grande distribuzione con la potenza di fuoco dei suoi capitali. Dall’altra, la compiacenza e l’incompetenza di sindaci e assessori senza idee, disposti a svendere il territorio pur di mendicare qualche misero soldo.

Il risultato del mix esplosivo lo conosciamo: distruzione di suolo agricolo, deturpazione del paesaggiosvuotamento dei centri storici e impoverimento del piccolo commercio e artigianato, distruzione di quelle relazioni sociali ed economiche tipiche del nostro Paese.

Stasera, venerdì 28 aprile, saremo a Esine per dire basta a nuovi centri commerciali in Valle Camonica. Ricorderemo alla schiera di amministratori locali che continuano a sfornare cubi di cemento e cattedrali del consumo che paesaggio, tipicità, socialità, piccolo commercio e artigianato sono il patrimonio che i turisti di tutto il mondo ci hanno sempre invidiato. E che loro, giorno dopo giorno, stanno inesorabilmente distruggendo.

VENERDÌ 28 APRILE
ESINE (BS)
BASTA CENTRI COMMERCIALI IN VALLE CAMONICA!
Assemblea pubblica aperta a cittadini, amministratori, politici, imprenditori, artigiani, studenti, turisti
Via Manzoni, 35 – Sala Avis
Dalle ore 21.00