565 visite totali,  1 visite oggi

Oggi sono stato alla Direzione Generale dell’Inps invitato dall’Aniv, che ha radunato ispettori da tutta Italia per discutere dell’Agenzia unica ispettiva che la Legge delega Lavoro istituisce.

Con il Jobs Act il Governo non solo ha schiavizzato i lavoratori ma sta mettendo mano sui controlli alle aziende. Ovviamente non per alleggerire la burocrazia agli artigiani, ma per agevolare i soliti grossi gruppi imprenditoriali e le cooperative che spesso operano nell’illegalità, le stesse cooperative che fino a poco tempo fa, guardacaso, erano presiedute dall’attuale ministro del lavoro Giuliano Poletti.

L’INPS recupera ogni anno 1,5 miliardi di euro di evasione contributiva. Gli ispettori lavorano in condizioni difficili anche perché sono sotto organico. Nonostante ciò cercano di essere ovunque, anche nelle realtà più difficili, come Scampia e Rosarno. Talvolta sono costretti a farsi scortare dalla polizia, anche a seguito di minacce e ritorsioni. E il Governo cosa fa? In Legge di Stabilità taglia il finanziamento per le nuove assunzioni e lavora per togliere autonomia agli ispettori!

Agli ispettori dico quindi: grazie di cuore per tutto quello che fate e per aver riconosciuto lo sforzo in Parlamento del M5S per fermare le porcherie governative.

P.S.: Il M5S è stata l’unica forza politica presente all’incontro.