364 visite totali,  1 visite oggi

Sono anni che il Governo fa promesse sulla questione esodati. A Brescia sono circa 300, ma il numero di penalizzati dalla manovra infame che prende il nome dell’ex Ministro “Fornero” sono molti di più.

I ministri Poletti e Padoan dovrebbero fare un giro nelle fabbriche, in cantiere e in tutti i luoghi di lavoro in generale per rendersi conto della gravità della situazione.

L’equazione è semplice: in Italia abbiamo quasi 1 giovane su 2 disoccupato, mentre la Legge Fornero – a pieno regime – manderà in pensione i lavoratori a 70 anni!

Dobbiamo lasciare spazio a giovani che non hanno un lavoro e che sono costretti ad emigrare per cercare fortuna altrove. E’ un paradosso trovare nelle famiglie la situazione in cui i genitori anziani, ormai piegati dalla fatica, sono costretti a lavorare per mantenere i figli, magari laureati e comunque in cerca disperata di un posto di lavoro.

Dobbiamo immediatamente abrogare la Legge Fornero votata da centro destra e centro sinistra e contestualmente istituire un reddito di cittadinanza per far ripartire l’economia interna e contrastare la povertà dilagante.