657 visite totali,  1 visite oggi

Oggi, fuori da Montecitorio ho incontrato casualmente il presidente della Provincia Pier Luigi Mottinelli.
 
Non ho resistito e gli ho chiesto, “armato” di telefonino, di revocare l’autorizzazione rilasciata alla DDR a seguito delle irregolarità finora emerse.
 
Stiamo parlando di un’area grande 100 mila metri quadrati, in una zona detta della Macogna, che è un territorio a confine tra i comuni di Berlingo, Cazzago San Martino, Rovato e Travagliato.
 
Parliamo di una discarica che recentemente è stata posta sotto sequestro dalla Procura della Repubblica dopo che le analisi dei tecnici dell’Arpa hanno confermato uno dei valori fuori norma rilevati dai prelievi privati del comitato che presidia l’area. Le indagini fatte dal comitato hanno evidenziato valori fuori norma di molibdeno, bario e tds, ossia totale dei rifiuti solidi disciolti.
 
Ho ricordato al Presidente Mottinelli che è nelle sue facoltà revocare l’autorizzazione e che in quel caso avrebbe avuto il sostegno dei cittadini, quindi anche il nostro!
 
Ringrazio i cittadini e il comitato NO alla discarica della Macogna che da mesi lottano senza sosta per fermare questo scempio!