686 visite totali,  2 visite oggi

ROMA, 23 giugno 2015 – “Evitare i licenziamenti ricorrendo, là dove è possibile, anche ai contratti di solidarietà, verificare il pieno rispetto della contrattazione collettiva e monitorare i processi produttivi della grande distribuzione commerciale, per evitare il ripetersi di casi, dalle ripercussioni drammatiche per i lavoratori, come quello di Auchan”.

Questi gli impegni contenuti nella risoluzione congiunta approvata sul caso Auchan oggi in commissione Lavoro, che prende spunto dalle risoluzioni Cominardi (M5S) e Boccuzzi (Pd).

“Speriamo che i punti che impegnano il Governo – affermano i Deputati del MoVimento 5 Stelle in commissione XI – saranno presi seriamente in considerazione e adottati già in occasione del primo incontro nell’ambito della procedura di mobilità sulla crisi Auchan, che si svolgerà il 6 luglio presso il ministero del Lavoro.

Il caso della catena di supermercati francese e della sua crisi occupazionale, che rischia di colpire tanti lavoratori, rappresenta anche un monito: basta alla liberalizzazione degli orari nella grande distribuzione e al far west nelle concessioni per la costruzione di nuovi centri commerciali. In sostanza, ribadiamo ancora una volta la volontà di abrogare l’articolo 31 del Decreto Legge 201/2011, prima che possa fare nuovi, ulteriori, danni”.