1,423 visite totali,  26 visite oggi

Grazie a un importante stanziamento di 150 milioni di euro inseriti nel Decreto Sostegni abbiamo dato a tutte le scuole la possibilità di organizzare attività estive fondamentali per i bambini e i ragazzi di tutta l’Italia.

Si tratta infatti di risorse che serviranno per attivare, da giugno a settembre, attività e progetti mirati al recupero della socialità, al rinforzo delle competenze e all’accompagnamento al nuovo anno scolastico: obiettivi di assoluta importanza per compensare e superare gli effetti di una pandemia particolarmente sofferta dai più giovani.

Dei 23,5 milioni di euro che ricadranno in Lombardia, quasi 3,1 milioni di euro saranno per le scuole bresciane. Si parla di una media di circa 21 mila euro per istituto, grazie ai quali sarà possibile rispondere ai bisogni di 157.213 bambini e studenti, nei quali sono conteggiati anche i 2.677 iscritti ai Cpia.

Va precisato che i 150 milioni di euro del “Piano Scuola Estate” sono parte di un più ampio programma da oltre mezzo miliardo di euro e che vede la disponibilità di altri 320 milioni del PON “Per la scuola” e di 40 milioni per il contrasto delle povertà educative.

Laboratori, attività sul territorio e ludico-ricreative, campi estivi in lingua, imprese simulate, momenti di orientamento e sportelli di sostegno e ascolto: sono numerose le azioni che potranno essere messe in campo in ogni scuola. A questo scopo si potranno acquistare di materiali come libri, attrezzature scientifiche o strumenti musicali, ma anche costruire percorsi didattici e inclusivi in collaborazione con professionisti esterni, imprese sociali e realtà terzo settore.

Nel documento che segue, gli stanziamenti scuola per scuola. Per scaricare il PDF clicca qui.