Dopo anni di risposte fallimentari, con il Governo del Cambiamento stiamo preparando la prima legge di bilancio dei cittadini. Sarà una legge responsabile ma nel contempo coraggiosa.

Coraggiosa perché diamo un deciso impulso agli investimenti produttivi, fondamentali per avviare una ripresa solida e duratura. Introduciamo il reddito di cittadinanza, “riattivatore sociale” che l’Europa ci chiede da anni e che tornerebbe utile anche ai tanti commercianti e artigiani che, dopo avere lavorato una vita, si ritrovano costretti a chiudere le serrande. Mettiamo mano alla Legge Fornero per mandare in pensione chi ha lavorato una vita e non ce la fa più, favorendo così il ricambio generazionale. Anche la Flat Tax trova spazio nella prossima Legge di Stabilità sostenendo milioni di partite Iva con un regime di tassazione agevolato. Tutti obiettivi scritti nel Contratto di Governo.

Quattro punti in sintesi

Responsabilità, invece, perché rispetteremo i parametri europei con buona pace di chi, quotidianamente, terrorizza il Paese con notizie false.

Ricordiamo che in Francia, per i prossimi anni, Macron ha annunciato il probabile sforamento del 3% del rapporto deficit/PIL. Altri Paesi come Spagna e Portogallo sono stati sostenuti nelle loro politiche economiche pur avendo fondamentali peggiori dei nostri: hanno fatto deficit con il sostegno dell’Unione europea e adesso crescono più di noi. Il Portogallo sfora il 3% da prima dell’euro (escluso il solo 2016), la Spagna lo ha fatto dal 2008.

Se le ricette di “austerità” introdotte dal Governo Monti hanno causato danni che paghiamo ogni giorno sulla pelle (crisi delle attività imprenditoriali, maggiore povertà diffusa, taglio dei servizi fondamentali e riduzione dei diritti, aumento delle disuguaglianze, aumento del debito e della pressione fiscale), noi ora proseguiamo la rotta del Cambiamento tracciata nei primi cento giorni.

All’Europa e ai mercati del resto non si dimostra di essere “credibili” solo con i proclami o con riforme “lacrime e sangue”. La credibilità si dimostra eliminando ingiustizie, sprechi e osceni privilegi, per esempio cancellando l’Air Force Renzi o dando un colpo di spugna a vitalizi e pensioni d’oro. Noi del MoVimento 5 Stelle il buon esempio lo abbiamo sempre dato tagliandoci volontariamente lo stipendio e sostenendo le piccole e medie imprese. E per la cronaca: la proposta di abolizione delle pensioni d’oro sarà in discussione proprio nei prossimi giorni!


Il mio intervento sulla legge di bilancio a SkyTg24 Economia (20 settembre 2018)