Chi vuole mettere le mani sull’acqua dei bresciani? Quali interessi si muovono dietro alla decisione di cedere ai privati il 49% del servizio idrico? Cosa succederà alle nostre bollette? Perché una gestione interamente pubblica è l’unica soluzione possibile per garantire il diritto all’acqua e i giusti investimenti?

Rispondere a queste domande significa avere ben chiaro cosa votare al referendum consultivo del 18 novembre. La risposta è una sola, cioè SÌ!

Per sostenere la campagna referendaria gli amici del MeetUp Vallecamonica Amici di Beppe Grillo hanno organizzato un dibattito con Francesco Raucci (rappresentante del comitato promotore Brescia Acqua Pubblica), Dino Alberti (consigliere regionale M5S) e il sottoscritto. L’appuntamento è in piazza Tassara 3 (sala “Mazzoli”) a Breno ed è aperto a tutti coloro che hanno come unico obiettivo la difesa dell’acqua e dei beni comuni.

Perché partecipare e informarsi è estremamente importante? Perché più saranno i “Sì”, più l’Assemblea dei sindaci della Provincia sarà costretta a rispettare il voto dei cittadini e a fermare l’assegnazione ai privati della metà delle quote del servizio idrico bresciano.

Passate parola!


Venerdì 26 ottobre – Ore 20:30
BRENO
Piazza Tassara, 3 (“Sala Mazzoli”)
Naviga: https://goo.gl/maps/cYHo4CxzGwo
Francesco Raucci (comitato promotore “Acqua Pubblica Brescia”)
Claudio Cominardi (Sottosegretario di Stato, Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali)
Dino Alberti (consigliere regionale Lombardia)

Per maggiori informazioni visita la Pagina Facebook dell’evento.