510 visite totali,  9 visite oggi

Ce l’abbiamo fatta! Sono commosso, credetemi!

Dopo anni di lavoro, nella Legge di Bilancio 2021 vedo finalmente un articolo dedicato alle lavoratrici con contratti part time ciclici, alle quali viene finalmente garantita la contribuzione pensionistica per l’intero anno. Cosa non prevista prima d’ora, nonostante una sentenza della Corte di Giustizia Europea desse loro ragione.

L’art.63 della Legge di Bilancio 2021

Stiamo parlando di addette alle mense, addette alle pulizie, assistenti ad personam e via di seguito. Decine di migliaia di lavoratori, in particolare donne, fondamentali per servizi come scuole e ospedali, eppure a lungo spesso sottopagate e maltrattate. E sia chiaro, oltre al personale docente o medico, senza di loro questi servizi non sarebbero garantiti.

Nonostante ciò, fino a ieri ogni qualvolta il loro servizio si interrompeva – per esempio a causa delle pause estive delle scuole – non avevano diritto né alla Naspi, né al riconoscimento dei contributi. Ogni 4 anni perdevano un anno in termini di requisiti per il raggiungimento dell’età pensionabile!

Ovviamente siamo solo all’inizio, per loro devono essere garantiti tutti i diritti, compreso un minimo salariale dignitoso.