Per Matteo Renzi il Job’s Act funziona. La Legge Fornero funziona. Funziona l’aumento dell’Iva che il Pd ci ha lasciato in eredità (e che questo Governo ha scongiurato). Per Matteo Renzi il suo Governo ha funzionato, è stato pieno di successi.

Il Job’s Act ad esempio: ancora oggi continua ad esaltarlo, attaccando strumentalmente un grafico che racconta chiaramente come l’effetto sul tempo indeterminato non sia stato merito del Jobs Act ma degli incentivi alle assunzioni. Infatti è cresciuto molto nel 2015 (con il bonus fino a 8mila euro) ed è totalmente crollato a partire dal 2016 (sempre Governo Renzi) quando gli incentivi sono stati dimezzati. Dal 2016 in poi, infatti, sono cresciuti esponenzialmente i contratti a tempo determinato e la precarizzazione selvaggia del lavoro.

Il Job’s Act è stato apprezzato dagli italiani così tanto che prima hanno mandato a casa Renzi bocciando il referendum che lui si era intestato, poi, colpiti favorevolmente dalle altre meraviglie realizzate dal Pd al Governo, lo hanno “premiato” con il tonfo elettorale delle scorse elezioni politiche. Ora Renzi, districandosi tra le sue attività di conferenziere e conduttore Tv, si diletta sui social a celebrare i fasti del passato, rivendicando le straordinarie misure che, evidentemente, gli italiani non hanno apprezzato.

A Renzi, come sappiamo bene, non appartiene la decenza di tacere dopo la vergogna che si è consumata in questi anni. E, soprattutto, non chiederà mai scusa per le sofferenze che il suo Governo ha generato. Il suo governo ha drogato il mercato del lavoro con incentivi temporanei che poi ha subito dimezzato. Il nostro Governo ha iniziato una lotta senza quartiere al precariato con il decreto “Dignità”, ha ampliato gli sgravi estendendoli ai premi Inail e ha stanziato le risorse per rilanciare gli investimenti produttivi. Una ricetta completa per rilanciare l’occupazione di qualità, la nostra, contro incentivi spot a termine, quelli renziani.

Noi rispondiamo con i fatti, con le promesse che abbiamo mantenuto. Abbiamo raccolto un Paese in macerie e con il decreto Dignità, lo Spazzacorrotti, il Reddito di Cittadinanza, la Pensione di Cittadinanza, il superamento della Legge Fornero, la sforbiciata alle tasse per i piccoli imprenditori, lo stop a vitalizi e pensioni d’oro e tutte le norme presenti nella Manovra, il MoVimento 5 stelle sta cambiando questo Paese.

È finita l’era dei “prenditori”, degli amici dei banchieri e delle lobby, dei sotterfugi da palazzo, di questi politicanti che hanno reso un inferno la vita di milioni di italiani.

E’ finita l’era di Renzi e degli amici di Renzi. Presto o tardi se ne farà una ragione anche lui.