Sono decine gli interventi del Decreto Milleproroghe che avranno effetti positivi sulla vita di milioni di cittadini: sulle strade, in azienda, nelle aule di tribunale o semplicemente tra le mura di casa. Lo abbiamo appena approvato alla Camera ed ecco i contenuti principali.

LAVORO E IMPRESE

– Dotiamo INAIL di una banca dati digitale per le verifiche degli impianti: la parola d’ordine è migliorare la sicurezza dei lavoratori e contrastare l’elusione dei controlli.
– Aggiungiamo 10 milioni di euro per il potenziamento delle politiche attive: per rendere più efficiente l’accompagnamento al lavoro dei percettori di RdC e per assistere chi ha perso un lavoro.
– Aggiungiamo 6,5 milioni di euro alle risorse per la tutela del Made in Italy.
– Maggioriamo l’assegno mensile per i lavoratori in cassa integrazione straordinaria di società della grande distribuzione fallite (vedi Mercatone Uno).
– Combattiamo il precariato nella Pubblica Amministrazione prorogando per due anni la possibilità per le Pubbliche Amministrazioni di stabilizzare il personale precario (si pensi agli agenti di Polizia Locale).
Sempre nella P.A., fino a fine dell’anno sarà possibile assumere personale stabile e compensare il vuoto lasciato dai dipendenti usciti negli anni precedenti.

SVOLTA SULLE AUTOSTRADE

Finalmente, sono in arrivo benefici per milioni di viaggiatori sulle nostre strade e autostrade.

– Il concessionario inadempiente non vedrà più un euro di finanziamento pubblico.
– Nessuna possibilità di aumentare i pedaggi se non viene presentato un piano economico finanziario.
Basta proroghe all’infinito: finché non saranno indette nuove gare, in caso di revoca della concessione (oppure di decadenza o di risoluzione) strade e autostrade verranno gestite direttamente dallo Stato attraverso Anas.

BOLLETTE: PROTEGGIAMO IMPRESE E FAMIGLIE

– Sul passaggio delle forniture di luce e gas al mercato libero è stata fatta pochissima informazione. Infatti, solo il 5% delle tariffe è davvero più conveniente rispetto al mercato tutelato. Oggi diamo al tempo a imprenditori e famiglie di informarsi, ecco perché abbiamo rinviato tutto al 2021 per le piccole imprese e al 2022 per famiglie e microimprese.

NUOVE MISURE PER UN MONDO SOSTENIBILE

– Estendiamo di altri sei mesi la moratoria per le trivelle.
– Garantiamo ancora lo sconto del 30% e fino a 3.000 euro già previsto nella legge di bilancio 2019 per chi acquista motocicli e ciclomotori elettrici o ibridi rottamando un mezzo più inquinante.
– Introduciamo una norma che favorisce la creazione di “comunità energetiche” – formate da cittadini, condomini, imprenditori, pubbliche amministrazioni – per la produzione e l’autoconsumo di energia rinnovabile. Una misura storica!
– Proroghiamo il “Bonus Verde“.
– Assegniamo 40 milioni in due anni per il rinnovo del trasporto pubblico locale a favore di città metropolitane e comuni sopra i 100.000 abitanti

PRESCRIZIONE

– Mentre lavoriamo per velocizzare i processi e snellire la giustizia, incassiamo il blocco della prescrizione dopo il primo grado di giudizio: non vogliamo MAI PIÙ una giustizia a due velocità, favorevole a chi può permettersi di rimandare le sentenze e sfavorevole per i più deboli.

Andiamo avanti. Sempre contro i privilegi. Sempre contro le ingiustizie. Sempre nell’interesse del Paese e nel rispetto dei soldi dei cittadini.