686 visite totali,  2 visite oggi

Nel breve termine, i passeggeri del trasporto pubblico diminuiranno per via del distanziamento sociale e delle misure di sicurezza, mentre molti cittadini preferiranno spostarsi con mezzi propri.

L’emergenza sanitaria rischia insomma di regalarci più traffico e più inquinamento. Tutto sta nel trasformare questo “effetto collaterale” in opportunità, cosa che il Governo ha fatto anche stavolta con un fortissimo incentivo alla mobilità sostenibile.

Quest’anno grazie al Decreto Rilancio sarà possibile avere uno sconto del 60% e fino a un massimo di 500 euro per comprare una bicicletta (anche a pedalata assistita) o più in generale un mezzo per la micromobilità elettrica come un monopattino, un hoverboard, un segway (no autoveicoli e motoveicoli!). Sarà possibile anche acquistare abbonamenti a servizi di sharing, purché non di autoveicoli.

I requisiti saranno prevalentemente tre:

  • essere maggiorenne;
  • essere residente in un capoluogo di Regione o di Provincia, nella Capitale, in una città metropolitana o comunque in un Comune con più di 50.000 abitanti;
  • avere effettuato l’acquisto tra il 4 maggio (data di inizio della Fase Due) e il 31 dicembre di quest’anno.

La procedura è semplice e prevede due possibilità: il rimborso e il buono spesa. In entrambi i casi verrà utilizzata una speciale piattaforma che il Ministero dell’Ambiente sta già predisponendo e a cui si accederà tramite SPID.

– Chi ha già fatto l’acquisto potrà chiedere un parziale rimborso caricando la fattura ricevuta;
– Chi ha intenzione di farlo, potrà chiedere un “buono mobilità” da presentare al proprio rivenditore.

Con migliaia di nuovi mezzi elettrici sulle nostre strade miglioreremo la qualità dell’aria, ridurremo le emissioni climalteranti e libereremo spazi urbani. Sarà un altro importante passo di una rivoluzione verde iniziata quando le nostre città hanno aperto le porte alla mobilità alternativa: era il giugno del 2019 e il ministro che firmò quel decreto Danilo Toninelli.